lunedì 2 gennaio 2012

MINESTRA D'ORZO


Per questo 2012 un obiettivo è stato già raggiunto, a tempo di record direi....
L'obiettivo era questo: far apprezzare ai miei familiare un cereale, nello specifico l'orzo, sdoganando la leggenda che i cereali siano solo cibo da volatili.
Complice una recente vacanza in Trentino durante la quale tra una sciata e l'altra ci coccolavamo con belle tazze di minestra d'orzo fumante, sono riuscita a replicare con buon successo una saporitissima zuppa di orzo (lo speck fa miracoli) anche a casa-dolce-casa.
Sarà che alla fine delle gozzoviglie degli ultimi giorni tutta la famiglia aveva bisogno di una minestra "che puliva lo stomaco", ma devo ammettere che la velocità con cui è stata spazzolata, a rischio di ustione, è stata proprio una bella sorpresa!
Bene, una volta che l'orzo è stato sdoganato, la sfida si fa più ardua: la prossima sarà la volta del miglio (ho già visto una ricettina di alcune polpette...)....chissà se a casa mia si accorgono che assomiglia proprio tanto, ma proprio tanto alla pappa dei canarini.
Sono perfida?!

MINESTRA D'ORZO (ricetta dello chef Laura Giusti)

Ingredienti per 4-6 persone:
  • 100 gr di orzo perlato (non serve metterlo in ammollo)
  • 80 gr di speck a dadini
  • 1 carota
  • 1 porro
  • 1 costa di sedano
  • 1 patata
  • 1 cipolla piccola 
  • 1 litro e mezzo di acqua
  • prezzemolo tritato
  • olio extravergine
  • sale
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro (mia aggiunta, nella ricetta originale non è contemplato)
Procedimento:

1. Tritate finemente la cipolla, il porro, la carota e il sedano.

2. Pelate la patata e tagliatela a cubetti.

3. Fate insaporire le verdure in una casseruola con un po' di olio.

4. Aggiungete i dadini di speck e fate rosolare per qualche minuto a fuoco basso.

5. Aggiungete l'orzo lavato e fate insaporire per un paio di minuti, poi iniziate a versare l'acqua bollente, un po' alla volta, fino a coprire l'orzo. Aggiungete anche il concentrato di pomodoro.

6. Regolate di sale e continuate la cottura aggiungendo un po' alla volta l'acqua finchè l'orzo sarà cotto (il tempo di cottura cambia a secondo del tipo di orzo, quindi fate riferimento al tempo di cottura indicato sulla scatola).

7. Servite la zuppa ben calda, cospargendo con prezzemolo tritato.

4 commenti:

  1. ciao anche io nelle mie vacanze in Trentino ho potuto apprezzare questa zuppa che trovo FA-VO-LO-SA!!!!
    Auguri!!!!
    Mi unisco al tuo blog, hai delle ricette interessanti

    RispondiElimina
  2. Con me sfondi una porta aperta, ma anche i miei sono un po' diffidenti: proverò ...
    Buon anno :D

    RispondiElimina
  3. ottima ricetta confortante per iniziare questo anno nel migliore dei modi!

    RispondiElimina
  4. Davvero, che flash! Stessa ricetta, ispirata dalle stesse vacanze!!!!

    RispondiElimina

Venghino signori venghinio...Il mio salotto, ops la mia cucina è aperta a tutti!!! Grazie per essere passati di qua...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts with Thumbnails